Istituto Teatrale Europeo

L'Istituto Teatrale Europeo è la prima Struttura di formazione del settore in Italia, di matrice anglosassone, che si avvale del Counseling e di tecniche psicologiche a supporto dell’Arte teatrale garantendo una formazione a livello europeo tra le più esaustive in Italia nell'ambito sia artistico sia del teatro sociale e terapeutico.

La ricerca artistica per la formazione professionale utilizza il Metodo Hansen® che è noto in tutta Europa e negli Stati Uniti e che, in Italia, è utilizzato solo nelle nostre sedi.

L' I.T.E. è accreditato M.I.U.R. per la formazione dei docenti di ogni ordine e grado ai sensi della D.M. 170/2016 (già D.M. 90 del 1/12/2003)

 

Istituto Teatrale Europeo

Centro di formazione nelle Arti Terapie Espressive e Centro di Preparazione Professionale per l’Attore ed il Regista Teatrale

Per richiedere l'iscrizione all'Associazione culturale Istituto Teatrale Europeo vi chiediamo cortesemente di compilare il modulo cliccando qui

COME ASSOCIARSI

libroL'ARTE DELL'ATTORE e Art Theatre Counseling

di Mariagiovanna Rosati Hansen

2° edizione Edup

COME COMINCIA

PERCHE' QUESTO LIBRO? O MEGLIO: PER CHI?

"Il teatro è prima di tutto un'arte che si muove. Bisogna cancellare sempre tutto, dimenticare sempre. Ripartire sempre da zero. E' la rivoluzione permanente. E' questo il suo lato appassionante. Ogni giorno si deve rinascere per la prima volta. E' qui la difficoltà"

J.L. Barrault

Nel senso arcaico il Teatro è la capacità dell'essere umano di osservare se stesso in azione.

L'uomo è capace di osservarsi nell'atto di guardare, di ascoltare, di sentire le proprie emozioni, perfino nell'atto di commuoversi per i propri pensieri. L'uomo può osservare se stesso vivere nel senso più ampio della parola e può immaginare se stesso agire in una situazione inventata. Solo l'Uomo può osservare se stesso oggi e immaginarlo domani. L'uomo è quindi Spetta-Attore ed è su questo concetto che porto avanti l'insegnamento nella mia scuola.

Gli attori, sulla scena, hanno la possibilità di rivivere, riconoscere e raccontare alcuni aspetti di noi stessi, che altrimenti rimarrebbero inespressi e tutto questo nella certezza di "esserci" e di essere per questo motivo visti e riconosciuti: tutto ciò aiuta, e molto, a nutrire la propria autostima.
Oltre a ciò il potere agire in uno spazio protetto, protetti dalla maschera del personaggio, ci garantisce la sicurezza di non correre i rischi, con le relative conseguenze, tipici della cosiddetta vita reale.

Le relazioni inter-personali, il concetto di spazio e di contatto, la comunicazione verbale e non verbale, fanno parte del mondo del teatro, ma anche della vita.
L'uomo possiede veicoli di trasmissione diversi oltre a quello verbale: lo sguardo, l'espressione facciale, l'espressione corporea, inviano messaggi non verbali a volte più veloci ed efficaci di quelli dati dalle parole.
La sequenza interpretativa è, infatti, quella che parte dal pensiero ed è seguita, prima dal gesto e poi dalla parola.
Spesso il gesto è così espressivo che la parola diventa superflua e l'attore si ritrova ad essere costretto a riprendere l'equilibrio espressivo perché non può omettere la battuta.

L'Attore è costretto a vivere nel QUI E ORA: egli deve seguire attimo dopo attimo i propri stati d'animo per tradurli in gesti teatrali, cioè in azioni finalizzati alla comunicazione di un messaggio.
Solo con il tempo e tanto esercizio, l'attore imparerà ad allargare la sfera delle emozioni, a fissare le immagini ed il loro significato in una situazione semantica e finalizzare il tutto secondo una proiezione dinamica in scena..
Nel tempo succederà che riuscirà a fare tutto questo anche fuori della scena, nella vita, vivendo il quotidiano con maggiore consapevolezza.

In scena, se anche, attraverso la lettura del copione, noi conosciamo la storia futura del nostro personaggio, non possiamo, come si dice in gergo teatrale, "telefonarlo" al Pubblico prima del suo momento.
Vivere al presente, nella vita come sulla scena, significa non pensare alla battuta che "dovrò dire", ma solo a quella che "sto dicendo", significa vivere la situazione adesso, mentre la sto vivendo, godendomi il momento, divertendomi veramente se il mio personaggio si sta divertendo, soffrendo ora, se il mio personaggio sta soffrendo, senza mai pensare al "poi" che comunque arriverà e verrà affrontato come ora sto affrontando ciò che mi sta succedendo.

Interpretare un Personaggio non vuol dire "vivere la vita di un altro", bensì "vivere per un breve lasso di tempo, la propria vita come se fosse quella di un altro" e, come succede nella vita reale, noi non sappiamo ciò che diremo o faremo anche solo fra un minuto. Il nostro immediato futuro è condizionato dalla storia e dall'immediato futuro degli altri che coesistono con noi, quindi tutto diventa imprevedibile.
L'Attore deve essere consapevole di agire con la mente e con il corpo insieme (globalità psicofisica o bodymind)!

L'attore usa il proprio corpo, insieme con la mente, per donare sulla scena emozioni attraverso i gesti, i movimenti e perfino le tensioni.

L'Istituto Teatrale Europeo è la prima Struttura di Formazione Professionale del settore in Italia, di matrice anglosassone, che si avvale del Counseling e di tecniche psicologiche a supporto dell’Arte teatrale garantendo una formazione a livello europeo tra le più esaustive in Italia nell'ambito sia artistico sia del teatro sociale e terapeutico.

La ricerca artistica per la formazione professionale utilizza il Metodo Hansen® che è noto in tutta Europa e negli Stati Uniti e che, in Italia, è utilizzato solo nelle nostre sedi di Roma, Firenze e Palermo.

L ' I.T.E. è accreditato M.I.U.R. per la formazione dei docenti di ogni ordine e grado ai sensi della D.M. 170/2016 (già D.M. 90 DEL 1/12/2003).

Riconoscimento Regionale Lazio D.D. n° D5722 del 27 Dicembre 2004 

 

STAFF Tecnico Scientifico

 

hansen

Mariagiovanna Rosati Hansen, Presidente.

Art Theatre Counselor, ideatrice del Metodo Hansen®, Attrice, Regista, Drammaturga, Formatrice, Esperta in Comunicazione

 

saidaDott.ssa Saida Volpe, Vicepresidente, Direttore didattico del corso OSATE

Pedagogista, Arte Teatro Terapista, Insegnante, Educatrice Professionale.

 

pedrotti2Dott.ssa Antonella Pedrotti, Consigliere, Responsabile dell'ufficio Amministrativo

Dottore commercialista, Revisore legale dei conti, attrice.

 

 ubi-2Umberto Bianchi, Consigliere, Direttore didattico del corso di Regia Teatrale, Direttore Artistico del Teatro Abarico.

Attore, Regista, Mimo, Formatore, Operatore Teatrale.

 

 guzzio-2Dott.ssa Anna Maria Guzzio, Responsabile della sede di Palermo .

Attrice, Regista, Arte Teatro Terapista, Formatrice, Operatrice Teatrale.

 

 pinnaDott. Enrico Pinna, Responsabile della sede di Firenze.

Attore, Arte Teatro Terapista, Formatore, Operatore Teatrale.

 

 AntonellaDott.ssa Antonella Salvatore, Responsabile dei Laboratori Teatrali per Adulti.

Art Theatre Counselor, Attrice, Regista, Operatrice Teatrale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tutti i contenuti di questa pagina sono distribuiti con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported

Adeguamento al Regolamento Europeo sui Dati

Con l’arrivo delle nuove regole stabilite dal regolamento generale sulla protezione dei dati (G.D.P.R.) dell’Unione Europea, ti mandiamo la presente mail per aggiornarti sulle nuove normative sulla privacy. 
 
Istituto Teatrale Europeo, Associazione Culturale senza scopo di lucro, utilizza comunemente, nello svolgimento delle sue attività istituzionali e commerciali, dati personali (nome, cognome, telefono, e-mail, indirizzo di residenza, ecc.) riferibili ai nostri soci, nonché ai nostri sostenitori e a coloro i quali hanno stabilito un contatto con noi.
 
Attraverso l’invio di comunicazioni di posta elettronica (sia dalla mail istituzionale di Istituto Teatrale Europeo sia dalla mail ufficiale del nostro settore che si occupa dell’attività teatrale, denominato Teatro Abarico), i tuoi dati sono utilizzati per permetterti di:
• ricevere informazioni sulle nostre attività, tramite newsletters;
• restare aggiornato sulle novità  in ambito didattico, educativo, e culturale;
• ricevere inviti ad eventi dedicati;
Ogni trattamento è finalizzato alle attività di cui sopra e viene effettuato con strumenti manuali e informatici e telematici, con logiche di organizzazione ed elaborazione atte a garantire la sicurezza, l'integrità e la riservatezza dei dati stessi nel rispetto delle misure previste dalle disposizioni vigenti.
 
Per i nostri soci, inoltre, i dati personali sono contenuti, a norma di legge e di statuto, nel libro soci. Essi sono utilizzati, oltre che per le finalità sopra elencate, anche ricevere le informative circa le convocazioni delle Assemblee dei soci e/o di altre riunioni al fine di garantire il corretto funzionamento della nostra Associazione.
 
Ricordiamo, infine, che la tessera associativa ha durata fino al 31 dicembre dell’anno in corso, rinnovabile, come previsto dallo Statuto Sociale, entro la fine del mese di febbraio di ciascun anno. Qualora il socio non provvedesse al pagamento della quota annuale di iscrizione all’Associazione, il socio sarà considerato decaduto. Tuttavia, qualora non fornisse esplicita richiesta in tal senso, continuerà a rimanere informato sulle nostre attività.
 
Se desideri rimanere in contatto con noi non è necessario fare nulla. In tal modo, ci autorizzerai a tenerti informato con riguardo alle attività sopra elencate.
Nessuno dei tuoi dati verrà ceduto a terzi.
Potrai richiedere i dati personali da noi raccolti in qualsiasi momento, oppure modificare le tue preferenze in tema di utilizzo degli stessi, scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
 
Grazie mille per l'attenzione!
Istituto Teatrale Europeo
Il Metodo Hansen® è conosciuto in tutta Europa e nelle Americhe e si può descrivere come una disciplina sinergica, che si fonda su un approccio evolutivo dell’essere umano: la Gestalt e le discipline Teatrali. 
Insegnare a essere attore è stato spesso oggetto di tecniche di apprendimento. 
Nel 1973 Mariagiovanna Rosati Hansen ha pensato ad una modalità di approccio agevolante per l’Attore ed ha attinto al Counseling Gestaltico come metodo complementare alle modalità di training attoriale fino ad allora utilizzate. 
Il  Metodo Hansen® è stato poi “battezzato” Art Theatre Counseling dal Prof Edoardo Giusti.
L’art Theatre Counseling viene utilizzato all’interno di percorsi introspettivi e terapeutici e utilizza l'arte teatrale come mezzo di conoscenza del sé. 
Comprende l'integrazione di due discipline, quella artistica, specifica dell'attore e quella psicologica del Counseling. 
Ciò che distingue l’Art theatre Counseling dalle altre teatro terapie è il fatto che utilizza il Counseling al servizio del Teatro e non il Teatro al servizio della terapia, come in effetti, avviene in tutte le altre Teatro terapie nate in seguito.
 
Le arti-terapie (musica, scrittura, improvvisazione teatrale, poesia, pittura) rappresentano la nuova frontiera della psicologia ed il Metodo Hansen®, unisce l'insegnamento artistico del teatro a un processo che ha un valore terapeutico per l'individuo: l'art theatre counselor accompagna l'allievo all'interno di un piacere artistico ed estetico: un'attività che coinvolge diversi piani (fisico, psichico e sociale), il cui scopo terapeutico è di aiutare l'allievo a migliorare la qualità della propria vita, sviluppando il potenziale umano.
 
Per quel che riguarda la preparazione professionale dell’attore le sinergie artistico-psicologiche del Metodo Hansen®   aiutano l’interprete a liberarsi da quegli stereotipi tecnici che spesso gli impediscono di esprimersi come vorrebbe per promuovere, invece, la creatività nella relazione tra corpo, movimento, ritmo e intenzione per arrivare alla conquista di uno “stile di interpretazione artistica personale”. 
Tutto ciò fa sì che il “fare teatro” non ne risenta nella sua parte prettamente artistica e professionale, al contrario, viene nutrita dalla componente agevolante del Counseling.
Per altro il Metodo Hansen®  per la formazione dell’attore nella sua parte prettamente artistica, con l’utilizzo del “Pensiero funzionale alla battuta” e “la proiezione binaria” continua ad essere l’unico ancora utilizzato dagli attori che ne sono venuti in contatto, come mezzo per lavorare creativamente senza ricorrere a cliché convenzionali, ma perseguendo uno stile personale sempre nuovo e ricco di colori espressivi.

Per una conoscenza più approfondita: “L’arte dell’attore e art theatre counseling” di Mariagiovanna Rosati Hansen – ed Edup. 2° edizione e il "Guardiano del Fuoco - ovvero il Regista teatrale e l'art theatre counseling" scaricabile gratuitamente dal sito.

 

 

COMMENTI SUL METODO HANSEN® 

Per un attore la difficoltà maggiore è a mio avviso la necessità di dover essere sempre credibile e soprattutto DIVERSO ad ogni interpretazione. Quante volte si sente dire, ad esempio: “sono andato a vedere quell’attore fare il commissario e l’ho rivisto molto simile a quando interpretava un insegnante”. Questo il grande dilemma. Come fare? I metodi ce ne sono e anche tanti. Ultimamente il mio cammino artistico mi ha portato in un piccolo teatro di Roma nel quartiere San Lorenzo, il Teatro Abarico, dove lavora e insegna la regista Mariagiovanna Rosati Hansen. Per me, sul serio, una sorta di rivelazione. Il suo metodo, pensato coniato e sviluppato dalla Hansen in anni e anni di collaborazioni artistiche e allestimenti, è per noi attori una specie di vademecum che dovremmo sempre tenere in tasca perché a mio avviso riduce NOTEVOLMENTE se non addirittura azzera, le varie difficoltà oggettive che si incontrano sempre nell’approccio alla creazione di una nuova interpretazione. Cos’è e su cosa si basa questo metodo? Dirò che questo metodo è di fatto la ricerca e l’acquisizione di nuove sfumature, colori e stimoli che occorrono all’attore per raggiungere la verità sul personaggio e per carpire le giuste intonazioni da dare di volta in volta alle battute. E’ tutto un altro mondo; si azionano subito una serie di stimolazioni e richiami sul modello che attuati nel personaggio, gli daranno una verità e una luce nuova. E soprattutto le interpretazioni di personaggi diversi non rischieranno più di andare incontro a quella pericolosa tendenza che noi tutti conosciamo col nome di “clichè”.

Insomma…una ventata di aria fresca in un mondo, quello della recitazione, che ha bisogno continuamente di nuovi stimoli e conoscenze. Questa semplice verità, Mariagiovanna Rosati Hansen, l’ha capita benissimo e ne ha fatto una bandiera di tutta la sua attività professionale.

Paolo Gatti

“Mariagiovanna (Magia) is a wonderful teacher she has an incredible wealth of experience which she uses to great effect. Her method is effective and produced instant results in freeing up actors. She creates a great safe space to experiment and push yourself. I would highly recommend her classes to anyone."

London - James Dart

I heartily recommend the workshops implemented using the Hansen Method.

The author of this method, Mariagiovanna Rosati Hansen (Magia for all of us), thanks to her enormous statement, as an actress, director and art therapist, created techniques not proposed in theater schools in Poland.

Thanks to them, actors discover new ways of building characters and means of acting expression. I was a witness, like all the other actors, discover their possibilities. They enter the acting pathways, previously unknown, while drawing on the resources dormant in them.

An important element in this Method is also drawing attention to the actors, their responsibility as those what create to people from the stage. It gives us great opportunities, but also obliges.

I am grateful that I participate in the Rosati Hansen Magic workshop, that I recommend.

Diana Karamon-

actress, director, specjalist of drama and Theatre the Ooressed.President of the Association of International Art Initiatives Eduteart. The artistic director of Theatre XL in Warsaw

 

 

 

 

 

 

 

Il metodo Hansen è immediato, istintuale. Se applicato correttamente (e non c’è niente di congetturale o complicato da renderne difficile la corretta applicazione) stravolge il personaggio in un batter di ciglia. Talmente rapido nella sua efficacia da essere sorprendente....Magico! E poi, per l’artista più meticoloso, subentra la parte di analisi, di elaborazione del risultato, di meticolosa artigiana rifinitura.

E’ un metodo che da un Risultato. Dalla primissima fase fino all’ultima performance, è una guida costante che supporta l’attore al raggiungimento di due tra i suoi più importanti e difficili obbiettivi: uscire dalla propria testa ed evitare la ricaduta, spettacolo dopo spettacolo, in una performance stantia, di ripetizione, senza più anima.

Provare per credere!"

Silvia Manazzone

 

"Magia creates a wonderful environment in her classes, where you are both challenged and nurtured. Her approach is one that strips away and extra baggage and focuses on the very core of what a character wants, and what they are truly saying beyond the words in the script."

Edward Kaye

 

" Mariagiovanna Rosati Hansen has a wealth of experience and knowledge gained through years of praticing different methods and techniques. Having worked with variety of reputable practitioners and theatre companies she has harnessed her own method, which gives the actor a real sense of both freedom and focus. As a teacher, her direct and no nonsense approach is coupled with an incredible warmth and openness. I would highly recommend her to any actor who wants to learn and develop their craft."

Grace Wardlaw

 

Hansen Method is a great lesson for every actor.

What this method teaches is helpful and effective for actors who often fall into routine, which is not good when they are creatin g subsequent stage characters.

The Hansen Method opens to the actors the perceptiveness and openness as well as the feeling for the surroundings and partner.

These exercises allow the actor to achieve a multidimensionality of the stage character and being different every time when they are building another role.

Everything is done naturally and painlessly.

They have impression that everything comes easily and it surprises for them.

Acting is a pleasure and a privilege, but also a responsibility.

The Hansen Method opens the actorto a partner and patterns that he can draw from his immediate environment.The essence of this method is reading outside the text. It gives a multidimensional character too. If you take this method, you will have an amazing adventure and you will discover acting again.It will give you a lot of joy and broaden the actor's work.

Warszawa Polska   - Grzegorz Jarek, marzo

 

Even after a year of training, there was still so much more to learn from Mariagiovanna Hansen (Magia) her method is genuinely exciting and is incredibly liberating. It allows you to re-examine your work in a fun way and to make more interesting choices when performing. I mean this doesn’t do it justice because her workshop was probably one of the best hours I’ve had so far.

London - Oliver Roy

 

"Mariagiovanna Hansen method can bring a new colour and vibrancy to every actors 'toolbox'.

Actors who love to play will find her work invaluable"

Kelsie McDonald

The Hansen's Method helps me a lot in my acting area. I could go deeper in my characters and created more interesting and colorefull roles. During her exercises I was able to pay more attention to crucial details and search for the quality in my body and voice. I would like to discover this method and enrich my artistic workshop. I recommend to try what this method is like. The meeting with such interesting character as Mariagiovanna can bring just benefits.

Warszawa Polska - Patryck Pawlak

 

 

 

Nel 1973, a Milano, Mariagiovanna Rosati Hansen, Attrice, Regista e Art Theatre Counsellor, ha fondato l' I.T.E. (Istituto Teatrale Europeo) con l’associazione che allora si chiamava Teatro Integrato Internazionale®.

Mentre l’I.T.E. sviluppa un nome nella preparazione professionale dell’Attore, la sua fondatrice elabora il Metodo omonimo (Metodo Hansen®) fondando l’Accademia di Arti Terapie Espressive® con i corsi di Dramatherapy e Art Theatre Counseling.

Fin dall’inizio degli anni ’80 il lavoro nel campo della formazione teatrale si estende, aprendo una nuova sede dell'Accademia Internazionale dell'Attore a Palazzo Cenci, nel centro di Roma. Nel 1996 l’Accademia si sposta in via XX Settembre, sempre a Roma.

Dal 1995 l’associazione si occupa anche dell’organizzazione, dello svolgimento didattico, della selezione degli insegnanti e della conduzione dell’Accademia di Arti Terapie Espressive.

Nel 1998 il corso in Ati Teatro Terapie Espressive viene riconosciuto dal Ministero della Pubblica Istruzione e si avvale di borse di studio parziali per agevolare gli studenti.

Nel 2001 il MIUR accredita l'associazione Istituto Teatrale Europeo (allora Teatro Integrato Internazionale®) come Ente di formazione e aggiornamento, poi confermato con il D.M. 90 del 2003.

L'Istituto Teatrale Europeo è ormai conosciuto in tutta Europa come centro di formazione nelle Arti Terapie Espressive e Centro di Preparazione Professionale per l’Attore ed il regista teatrale, fornendo servizio fisso di Counseling per gli studenti e gli insegnanti.

Il Centro ha continuato ad espandersi e da Ottobre 2003 inaugura un Teatro di 70 posti: il Teatro Abārico, situato nei pressi del nuovo quartiere universitario di S. Lorenzo.

Nel Marzo 2010 l’associazione Istituto Teatrale Europeo si espande su scala Europea per diffondere le sue attività culturali di scambio, mantenendo tutto il pregresso culturale della precedente associazione Teatro Integrato Internazionale.

Dal 2012 l'Accademia Internazionale dell'Attore viene accorpata con l'Accademia di Arti Terapie Espressive formando il corso biennale O.S.A.T.E. - Orientamento Sociale nell'Arte teatrale e arti Terapie Espressive.

Dal 2015 il corso di Regia Teatrale è biennale assumendo carattere di Alta Formazione sotto la direzione didattica di Umberto Bianchi.

 

 

Lettera dall'Ufficio del Presidente della Repubblica Italiana 

lettera Napolitano

 

L'ARTE DELL'ATTORE e Art Theatre Counseling

di Mariagiovanna Rosati Hansen

libro

2° edizione Edup

 

 

 

 

 

 

 

IL GUARDIANO DEL FUOCO Ovvero il Regista teatrale e l’art theatre counseling

di Mariagiovanna Rosati Hansen Guardiano del fuoco hansen

Scaricabile in pdf

Il Teatro è per tutti e tutti hanno il diritto-piacere di provare l’emozione di andare in scena per gioco e per amore, ma…. non tutti possono essere Attori o registi.
Chi vuole vivere il teatro come professionista, attore o regista che sia, non può  pensare farlo senza studiarne le mille sfumature possibili e questo vale anche per chi volesse soltanto viverlo come un passatempo intelligente. 
Di fatto il Teatro è l’insieme di tutte le arti e forse bisognerebbe conoscerle tutte per pensare di poter “fare teatro” nella sua complessità e soprattutto per formarsi come Regista teatrale.
Questo libro vuole rivolgersi a coloro che di questa professione vorrebbero farne un’arte  e in questo caso l’arte teatrale è quanto di più complesso esista in quanto coinvolge molta parte emotiva e psicologica di coloro che ne fanno parte, spettatori compresi. 
 
San Francesco ha detto “ chi lavora con le mani è un operaio – chi lavora con le mani e la testa è un artigiano – chi lavora con le mani, la testa e il cuore è un artista”
 
E il regista più di chiunque altro, non può non tenerne conto.
 
 

Il Metodo Hansen e l’Art Theatre Counseling - di Antonella Salvatore

Saggio scaricabile

 
 

sofia docente

 
 

CORSO REGIA

 

LABORATORI

Contatti

Roma

0644340560
3485483107
Via dei Sabelli,116 00185
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
© Istituto Teatrale Europeo. Tutti i diritti riservati

Free Joomla templates by L.THEME

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok Rifiuta